giovedì 21 aprile 2011

POIS, UNA PASSIONE SENZA FINE!!!!!!

Moschino Primavera Estate 2011
MOSCHINO

Grande ritorno dei Pois per la primavera - estate 2011. Già dall' evento più seguito dagli appassionati di Fahion " Milan Fashion Week " non si avevano dubbi che ci sarebbe stato un grande ritorno dei Pois su abiti e sui suoi accessori.

Gli stilisti più apprezzati dalle fashion victim del pianeta ripropongono infatti graziosi pallini in diverse versioni, da quella piccolissima e decisamente chic a quella macro più divertente e sbarazzina, bianchi su sfondo nero per D&G e Max Mara, nella versione inversa neri su sfondo bianco per Oscar de la Renta.

MAX MARA

I Pois che dire donano un'anima Vintage che allude agli anni '50 alle donne che li scelgono,  rendendole sensuali e aristocratiche, un look senza fine e senza tempo. Un gusto Vintage che richiama al fascino delle attrici dell'epoca come Marylin Monroe e Brigitte Bardot.

Idee ancora più stravaganti ci vengono proposte da Miu Miu che ha voluto dare un tocco di trendy ai suoi sandali e ai suoi accessori, Pois bianchi su sfondo verde smeraldo o rosso fuoco.


Miu Miu Polka Dot Sandals
MIU MIU

Blugirl invece fa sfilare abiti color pastello, abbinati a calzature e pochette sempre a pois.
BLUGIRL
Shimada opta invece per le tonalità blu e arancio e associa i pois a outfit alla marinara.

SHIMADA

Giorgio Armani che riesce a conferire eleganza ed estrema raffinatezza ai suoi abiti, come un tailleur con pantalone dal taglio classico e rigoroso, pur scegliendo di ricoprirli di grossi pois bianchi. Pois e Righe marinate anche per Moschino.

GIORGIO ARMANI


martedì 19 aprile 2011

FASHION SWAPPING!! LET'S GO GIRLS!

Follow my blog with bloglovin

Perugia Fashion Swap


Che dire ragazze oggi ho deciso di parlarvi dell'ultima tendenza fashion, orami seguita da moltissima gente, che va a ripristinare l’effluvio dell’attuale consumismo globale, proponendo diverse possibilità di scambio, per  impedire la crescita esponenziale delle conseguenze negative causate dagli sprechi, dai rifiuti, dagli scarti.

Lo Swapping, una nuovissima forma di baratto tornato alla ribalta nel mondo della moda in una “veste” tutta nuova, nata a Manattan il paradiso terrestre dello shopping.
Questa versione del baratto è sicuramente rimasta fedele alle regole principali che lo contraddistinguono: scambio di beni, no monete, no banconote, no carte di credito.  Gli unici beni materiali che lo animano sono gli abiti.
Lo swapping consente, infatti, di rinnovare il nostro guardaroba senza sostenere alcun costo, se non quello di mettere a disposizione beni propri che magari non si usano più  a patto che siamo in buono stato.


 Lo scenario non è più la passerella ma un semplicissimo appartamento, o un qualsiasi altro luogo di incontro, dove amici e conoscenti organizzano degli Swap-party dove scambiare i propri abiti.

Bisogna solo scegliere una data e poi invitare, via email o sms, tutte le persone che ci vengono in mente e che abbiano buon gusto nel vestire.  Si chiede loro di portare almeno una decina di capi o di accessori da scambiare. Durante lo Swap Party ogni partecipante prende la parola, presenta il capo di abbigliamento che vuole scambiare e subito dopo si passa allo scambio effettivo. Se più di una persona è interessata a quel capo, si bandisce una di gara in cui il vincitore viene scelto dalla persona che si vuole liberare del capo di abbigliamento in questione.

 Un’idea carina e’ offrire un buffet o una cena, durante lo swat party per parlare naturalmente di moda. Il cibo più indicato è il “finger food“, ovvero il cibo da mangiare con le dita come mini tartine, crostini e muffins.

Agli Swap-Party si può trovare proprio di tutto: maglie, pantaloni, scarpe, giacche, cappotti, gonne e tutto ciò che è stato messo da parte nell’armadio. Dai capi griffati a quelli scontati o già testati, lo swapping consente di rinnovare continuamente il proprio guardaroba in maniera simpatica, all’insegna della condivisione e, soprattutto, senza spendere soldi.

Anche in Italia si sta seguendo questa tendenza con molto entusiasmo. La filosofia portante dello Swap è sorretta dall’ideale di “consumo fatto con coscienza”, un’originale e consapevole forma di shopping che pone al primo posto il rispetto dell’ambiente, connubio perfetto tra lo scambio di capi fashion, glamour e vintage e la filosofia di un party ecologico.



Vi segnalo qui di seguito i posti più Cool Swap Shop Italiani dove potete fare SWAPPING in tranquillità:

MILANO : fate un salto dall' Atelier del reciclo, il concept store in pieno centro citta, lo trovate in via Chiaravalle, 9. Promuove uno stile di vita ecosostenibile oltre ad organizzare eventi e party in cui rifarsi il guardaroba non costa nulla. Se avete voglia di partecipare, consultate il sito http://www.atelierdelriciclo.org/ troverete le prossime date dei prossimi swap party.

TREVISO : "Luxury Swapping" tradotto letteralmente il Baratto del Lusso. Troverete grandi marchi, capi griffati, accessori di lusso tutti etichettati con stela da 1 a 5 a seconda del valore e pronti allo scambio.

ROMA : Nella capitale vi aspetta Barattiamo? una Butique dove si pratica una sana attività del baratto come alternativa allo shoppinh tradizionale. Visto il grande successo, la ideatrice ne ha aperti altre due Butique nella capitale che seguono la filosofia dello Swapping. Visitate http://www.barattiamo.org/.


FATE COME ME RAGAZZE, IO MI DIVERTO MOLTISSIMO!!!
 BUON DIVERTIMENTO!!!!!!!!




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...